Anna   Cinzia  Villani  in

Cantare per sè, cantare per gli altri-
la vocalita' nel Salento 

al Museo Castromediano di Lecce,
- incontro conviviale TRADIZIONE E CONTEMPORANEITA' IL  31 ottobre 2020 ore 16.00
- a seguito workshop ore 17.00-20.00 "CANTARE PER SE, CANTARE PER GLI ALTRI"
- ore 20.30 proiezione del film "Vado Verso Dove Vengo" gratuito per i partecipanti al workshop

in collaborazione con Polo Biblio Museale di Lecce, Museo Castromediano, Biblioteca Bernardini e Extraconvitto e con il patrocinio della Regione Puglia - Assessorato all’Industria Turistica e Culturale e della Provincia di Lecce

"il canto è come una umile orchestra, ci si ascolta, si sta insieme nella ricchezza che deriva dalla differenza, ci si appoggia sull'altro con amore, non si prevarica. Il canto è una possibile comunità che si vuole bene e che fa bene ad ogni individualità" 

Anna Cinzia Villani , una delle voci più interessanti della musica tradizionale e di guarigione salentina sarà al Museo Castromediano di Lecce per la rassegna Cosmic Theater il 31 ottobre con due appuntamenti:

1) alle ore 16.00 un incontro gratuito aperto a tutti "TRADIZIONE E CONTEMPORANEITA' " (prenotazione obbligatoria da questa pagina), Nell'incontro Anna Cinzia Villani farà una introduzione alla tradizione salentina con dei cenni storici ai riti e alle sonorità antiche sino a giungere all''evoluzione della contemporaneità nella musica, nel canto ,nei riti,  del Sud Italia ed in particolare del Salento.

2) e a seguire alle ore 17.00 uno speciale workshop a cui possono partecipare tutte le anime curiose che desiderano mettere in gioco la propria voce attraverso i canti salentini e apprenderne le tecniche di base. (prenotazione obbligatoria da questa pagina, in fondo).

Il canto è vibrazione. Una vibrazione molto potente ci rende riconoscibili e riconosciuti da un gruppo. Il canto è memoria. Possedere un bagaglio di versi e melodie significa metterlo a disposizione, e poter guidare gli altri. li canto salentino è corale. È fatto di suoni, vibrazioni e corpi ma anche di varie dinamiche, quella della "sfida" e quella del l'abbraccio collettivo, che coesistono e si rivelano in maniera implicita.
È con questo orientamento sociale e sonoro, che le nostre campagne sono state popolate dai canti. È con lo stesso orientamento che possiamo sfidare noi stessi per gioco, vincere le nostre paure, conoscere il nostro suono.


Il canto unisce, consola, libera, guarisce. Il canto è l’effetto di una vibrazione interiore, corporea e spirituale. Può ‘scoppiare’ all’ improvviso o essere organizzato secondo stili, schemi, strutture; può variare per essere accordato ad una circostanza ambientale, musicale o emotiva.
Ognuno ha il suo canto, come dire: ognuno ha il suo strumento. La voce si esprime rispondendo alle caratteristiche del corpo, al nostro rapporto con esso, e agli input ricevuti dall’esterno. Può essere sommessa, potente, graffiata, acuta, grave, sottile...
La ‘voce parlata’ è spesso differente dalla ‘voce cantata’ nella stessa persona.
Si canta per allegria, per dolore, rabbia, amore, per passatempo, per occasioni importanti.
Si canta per pregare.
Il canto rappresenta in qualunque modo, l’opportunità di connetterci a noi stessi e agli altri in maniera molto profonda. Cosa è e cosa è necessario per cantare per se stessi? Per cantare insieme agli altri occorre disponibilità, apertura, concentrazione. E’ così che il canto crea benessere ed emozione, per chi lo vive e per chi lo riceve.
E’ un mezzo che può essere molto potente.
E’ per questo che si canta.

“Il canto deve squarciare l’aria” dice Saverio Fonseca di Corigliano d’Otranto, parlando del canto eseguito in campagna durante i lavori agricoli.

Anna Cinzia Villani, cantante e danzatrice, che oltre agli spettacoli in territorio nazionale e internazionale, svolge attività didattiche sul ballo della pizzica pizzica e sui brani di derivazione orale. Il suo percorso di ricerca mosso da profondo interesse per la memoria sonora e corporea del proprio territorio ha condizionato tutte le sue scelte artistiche, volte a divulgare e salvaguardare caratteristiche e sfumature che in un’epoca di appiattimento e omologazione culturale andrebbero certamente perdute. Già negli anni ’90, mentre collaborava con gruppi storici come il Canzoniere Grecanico Salentino, incontrava abitualmente gli “alberi di canto”, quelle persone che se pungolate con la giusta dose di pazienza e amorevolezza possono trasmettere tradizione e capacità di improvvisazione del canto, del suono e del ballo.

- Partecipazione all'incontro TRADIZIONE E CONTEMPORANEITA' ore 16.00 gratuito, prenotandosi dal pulsante arancione giù
- Partecipazione al Workshop "CANTARE PER SE, CANTARE PER GLI ALTRI" ore 17.00 con iscrizione obbligatoria da questa pagina, posti limitati: euro 10
Partecipando al seminario si avrà diritto a partecipare gratuitamente alla visione del film Vado Verso dove Vengo previsto a seguito dell'attività.

Info tel.  0832/1826777

ATTIVITA' RIMANDATA A CAUSA DEL NUOVO DPCM in materia di prevenzione COVID.
Presto vi comunicheremo le nuove date.
Grazie.
Love.

torna alla programmazione completa clicca qui

Cosmic Community (sede legale Contrada Padolicche, Borgagne- 73026 - Melendugno- Le )      C.F.: 93126270755  
      Email: info@cosmictheater.it      Tel.: +39 0832 1826777 www.cosmictheater.it
© Copyright 2020 Cosmic Community - Tutti i diritti sono riservati  -  connected websites:    www.cosmicveganfest.it     www.cosmicommunity.org

The site was made with Mobirise